fbpx
Support & Downloads

Quisque actraqum nunc no dolor sit ametaugue dolor. Lorem ipsum dolor sit amet, consyect etur adipiscing elit.

s f

Contact Info
198 West 21th Street, Suite 721
New York, NY 10010
[email protected]
+88 (0) 101 0000 000
Follow Us
    

InfoMyWeb

 . Digital Marketing  . Direttiva noindex

Direttiva noindex

Google sta inviando notifiche ai webmaster che hanno una direttiva noindex nel loro file robots.txt, attraverso le quali dice che queste non saranno più supportate a partire dal 1° settembre 2019.

L’immagine mostra uno dei tanti screenshot postati su Twitter e ribadisce in maniera estremamente eloquente la presa di posizione di Google.

Gli avvisi dicono: “Rimuovi il noindex dal file robots.txt. Google ha identificato che il file robots.txt del tuo sito contiene la regola non supportata noindex. Questa regola non è mai stata ufficialmente supportata da Google e dal 1° settembre 2019 smetterà di funzionare. Consulta il nostro Centro assistenza per sapere come bloccare le pagine dall’indice di Google. “

Perché dovremmo preoccuparci? Se si riceve questo avviso, la cosa più importante è assicurarsi di non utilizzare la direttiva noindex nel file robots.txt. Se la si utilizza, invece, sarà necessario implementare delle alternative a partire dal 1° settembre.

Ma nello specifico, quali sono le alternative? Google ha elencato le seguenti opzioni:

Noindex nei meta tag robot: Supportata sia in HTTP che in HTML, la direttiva noindex è il modo più efficace per rimuovere gli URL dall’indice quando è consentita la scansione.

Status Code 404 e 410 : entrambi gli status code indicano che la pagina non esiste, questo significa che Google eliminerà tali URL dall’indice una volta che sono stati sottoposti a scansione ed elaborati.

Protezione a determinate aree con password: a meno che il markup non sia usato per indicare contenuti in abbonamento, nascondendo una pagina dietro un login generalmente la rimuoverà dall’indice di Google.

Disallow nel robots.txt: i motori di ricerca possono solo indicizzare le pagine di cui sono a conoscenza, quindi bloccare la scansione della pagina spesso significa che il suo contenuto non verrà indicizzato. Sebbene il motore di ricerca possa anche indicizzare un URL basandosi sui link di altre pagine, senza vedere il contenuto stesso, miriamo a rendere tali pagine meno visibili in futuro.

Remove URL: lo strumento è un metodo rapido e semplice per rimuovere temporaneamente un URL dai risultati di ricerca di Google.

Il tuo sito sta avendo problemi su Google?

PER INFORMAZIONI CHIAMA IL NUMERO 345.3062369

OPPURE SCRIVI A [email protected]

SEO Specialist in una martech company italiana specializzata in soluzioni di Intelligenza Artificiale per Search Marketing, Adv e Lead Generation, ERP e CRM. Oltre alla SEO (Search Engine Optimization) ho una passione per il CMS WordPress e la programmazione web